Con i musei civici un omaggio a Pier Paolo Pasolini

Attività

Nel solco della collaborazione decennale tra il Comune di Monza e la Fondazione Luigi Rovati il 2 luglio apre le porte ai Musei Civici un nuovo progetto: un omaggio a Pier Paolo Pasolini nel centenario della nascita con una mostra dal titolo “Pasolini. Anima e Corpo” (a cura di Elio Grazioli) che raccoglie una selezione di scatti di Dino Pedriali.

 

I quaranta scatti esposti, provenienti dalla collezione della Fondazione Luigi Rovati, risalgono all’ottobre 1975 e raccontano l’intima quotidianità del Pasolini scrittore e artista, tra le sue due case di Chia e Sabaudia. Dino Pedriali fu chiamato da Pasolini in persona per eseguire un servizio fotografico che, secondo il fotografo, il grande intellettuale avrebbe voluto inserire in Petrolio, suo ultimo romanzo, uscito postumo. Pasolini non vide mai quelle fotografie: l’appuntamento per visionare i provini era previsto per il 2 novembre 1975, il giorno in cui il suo corpo fu ritrovato al Lido di Ostia.

 

Come in un film le immagini mostrano, con struggente intensità, la vita dell’eclettico Pasolini immortalato in diversi momenti: mentre scrive, corregge, disegna, ma anche nelle sue passeggiate per le strade. Pasolini

concede infine all’osservatore di entrare nell’intimità della propria stanza, dove viene fotografato nudo

mettendo in scena una studiata sorpresa e fingendosi inconsapevole della presenza dell’occhio esterno, una situazione concertata fra lui e il fotografo, affinché gli scatti possano apparire “rubati”.

 

Pasolini. Anima e corpo

Le fotografie di Dino Pedriali

A cura di Elio Grazioli

Monza, Musei Civici

Via Teodolinda 4

2 luglio – 4 settembre 2022

 

 

©Dino Pedriali by SIAE 2022