The Fondazione Luigi Rovati has been collaborating with Duke University for the Project Vulci 3000. The project is focused on the study and interpretation of urban transformations in the transition between Etruscan and Roman cities, their public spaces, and specifically on the unique case study of Vulci (Viterbo, Italy), a still intact and non-investigated archaeological deposit with over 1,500 years of continuous occupation.

Palazzo Bocconi-Rizzoli-Carraro è stato edificato nel 1871 e ha subito nel corso degli anni numerosi interventi, dalla modifica della facciata principale su Corso Venezia superando i bombardamenti del 1943 e arrivando agli anni Sessanta quando l’immobile fu profondamente trasformato a opera dell’architetto Ferdinando Reggiori, che curò la variazione della sagoma e il rifacimento della facciata verso il giardino interno, e dell’architetto Filippo Perego, che si occupòdegli ambienti interni.

 

Il palazzo si presenta attualmente costituito da un unico corpo di fabbrica composto da cinque piani fuori terra (oltre a un piano interrato e un piano sottotetto) e presenta una pianta rettangolare per una superficie totale di circa 3.300 metri quadrati.

Vulci 3000 attività Luigi Rovati
Questo nuovo spazio si caratterizza per forme sinusoidali che creano continuità tra gli ambienti e trasmettono al visitatore un generale senso di fluidità nel percorrerlo
Vulci 3000 attività Luigi Rovati
Questo nuovo spazio si caratterizza per forme sinusoidali che creano continuità tra gli ambienti e trasmettono al visitatore un generale senso di fluidità nel percorrerlo
Vulci 3000 attività Luigi Rovati

Palazzo Bocconi-Rizzoli-Carraro è stato edificato nel 1871 e ha subito nel corso degli anni numerosi interventi, dalla modifica della facciata principale su Corso Venezia superando i bombardamenti del 1943 e arrivando agli anni Sessanta quando l’immobile fu profondamente trasformato a opera dell’architetto Ferdinando Reggiori, che curò la variazione della sagoma e il rifacimento della facciata verso il giardino interno, e dell’architetto Filippo Perego, che si occupòdegli ambienti interni.

 

Il palazzo si presenta attualmente costituito da un unico corpo di fabbrica composto da cinque piani fuori terra (oltre a un piano interrato e un piano sottotetto) e presenta una pianta rettangolare per una superficie totale di circa 3.300 metri quadrati.

Vulci 3000 attività Luigi Rovati